Carrello
Nessun articolo nel carrello.

 

CONTATTA L'ESPERTO :

Se hai dubbi, domande o curiosità riguardo i nostri prodotti oppure vuoi sapere come acquistare sul nostro sito, contattaci in totale tranquillità. Orario al pubblico: 

Dal lunedì al venerdì 7.00 - 12.30, 14.30 - 19.00

 

Google+

COMPOSTIERA ALIMENTI UMIDO ORGANICO DIFFERENZIATA - INCENTIVO TASSA RIFIUTI

martedì 18 agosto 2015

COMPOSTIERA ALIMENTI UMIDO ORGANICO DIFFERENZIATA 260 LT-INCENTIVO TASSA RIFIUTI

Possono essere introdotti nelle Compostiere foglie, erba, fiori, cespugli, rametti sminuzzati, ed anche rifiuti domestici quali scarti di verdura e frutta, fondi di caffe', gusci d'uovo, ecc.; Realizzate con plastiche interamente rigenerate, sono state ideate per riciclare i rifiuti della casa e del giardino, trasformandoli in perfetto humus concimante detto "compost". 

E' sconsigliata l'introduzione nelle Compostiere di carne, pellame, ossa, carta, tessuti, e parti di piante attaccate da parassiti, plastica, metalli, vetro, calcinacci, ecc. in quanto rallenterebbero il ciclo di decomposizione producendo gas maleodoranti e dannosi.

Il compostaggio è un procedimento biologico che, attraverso dei batteri, trasforma i rifiuti organici in compost, cioè un particolare fertilizzante che può essere adoperato per l'agricoltura. Questa procedura può essere effettuata dai singoli individui nell'ambito domestico per smaltire i propri scarti.

L'articolo 19, comma 1, lettera c), del Regolamento per l'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni, prevede che gli sgravi fiscali siano del 10% a patto che chi voglia beneficiarne rispetti determinati requisiti elencati nell'articolo stesso. È possibile però che requisiti e sgravi varino da comune a comune

Come pagare meno TARSU preparando il compost con i rifiuti di cucina

Vuoi pagare meno tasse? Facile, se hai un balcone o un giardino. Infatti numerosi comuni italiani hanno incentivato il compostaggio domestico scontando la TARSU (tassa sui rifiuti solidi urbani) ai cittadini che lo praticano. Alcuni comuni forniscono anche il rimborsano per l'acquisto del composter("contenitore" che favorisce l'operazione). Vi  spieghiamo, quindi, come spendere meno in imposte preparando compost in cucina.

Il compostaggio è un procedimento biologico che, attraverso dei batteri, trasforma i rifiuti organici in compost, cioè un particolare fertilizzante che può essere adoperato per l'agricoltura. Questa procedura può essere effettuata dai singoli individui nell'ambito domestico per smaltire i propri scarti. Per prima cosa informatevi se il tuo comune concede sconti sulla TARSU a chi effettua il compostaggio domestico,  per saperlo telefonate l'azienda municipalizzata o privata che ha in gestione la nettezza urbana del tuo comune, potete vendere il numero sui bollettini della TARSU (tassa rifiuti solidi urbani). Se il tuo comune concede sconti, ricordatevi di chiedere se rimborsano il prezzo di acquisto del compostiera, in caso affermativo informati bene sulle modalità per avere il rimborso (fattura o scontrino). Una volta che avete la vostra compostiera posizionatela sul balcone o in giardino, ed iniziate subito ad alimentarla con gli scarti di cucina
Importante è mantenere il composter al riparo dal sole o le intemperie e assicurarsi che la temperatura sia ad un giusto livello di umidità. Inoltre assicurati di posizionarlo in una zona abbastanza arieggiata.

Cosa é il COMPOST

Il compost è la sostanza che si genera dallo scarto organico derivante dai rifiuti domestici e dalla pulizia di luoghi all’aperto come giardini o qualsiasi altro luogo in cui residui vegetalli devono essere debellati. In una compostiera possono essere gettati foglie secche o erba, rami e foglie tagliate, terriccio e residui di cibo. La decomposizione di tutti questi elementi genera una sorta di terreno molto fertile che può essere utilizzato come fertilizzante. La compostiera, dunque, svolge un ruolo fondamentale nella eliminazione dei prodotti di scarto e nell’economia familiare dato che fornisce un prodotto finale come il fertilizzante che in mancanza dovrebbe essere acquistato.